Premenopausa e Menopausa

,

Il ciclo mestruale, più precisamente l’ovulazione e la conseguente possibilità di iniziare un’ovulazione e quindi una gravidanza non è uno scenario che si protrae nel coro di tutta la vita della donna. A partire dall’adolescenza per poi giungere fino alla soglia della maturità, all’incirca attorno ai cinquant’anni avvengono le regolari mestruazioni, mentre in seguito avviene il cambiamento che prende il nome di menopausa in cui cessa ogni potenzialità procreatrice e il corpo femminile cessa di avere la funzione di rimanere in cinta. Quello che spesso non viene considerato è che il passaggio dal normale organismo dotato di ciclo mestruale a quello privo di funzione riproduttivo non è automatico o istantaneo, ma intercorre in una fase che prende il nome di premenopausa.

Sebbene infatti la menopausa possa verificarsi in età differenti e con alcuni scarti di tempo soggettivi, la premenopausa rappresenta il periodo immediatamente antecedente e può arrivare a coprire un intervallo di lunghezza variabile, in alcuni casi persino lungo anni. In questo lasso di tempo le mestruazioni cominciano a farsi più sporadiche e meno regolari, fino a scomparire del tutto e-se non sopravvengono effetti diversi dal normale- non si presenteranno più per tutto il tempo restante all’interno dell’arco vitale della donna. menopausa e premenopausa Il fatto che si esauriscano le mestruazioni e con esse il ciclo mestruale, non deve tuttavia trarre a conclusioni affrettate ed erronee.

La graduale trasformazione della funzione riproduttiva femminile infatti deve invitare ad un’attenzione pari a quella abituale, senza ritenere la premenopausa come parte integrante della menopausa. Sussiste infatti ancora il potenziale necessario perchè si verifichi una gravidanza, ed è bene adoperare ogni precauzione o contraccettivo come avveniva in precedenza. Dal momento che in moltissimi casi subentra anche una certa irregolarità a livello ormonale, si consiglia sopratutto l’utilizzo della pillola come sistema di concentrazione.

Essa infatti svolge un’utilissima funzione regolatrice, aiutando a ripristinare i normali livelli ormonali e accompagnando al meglio il corpo della donna durante il passaggio dalla fase della premenopausa a quello della menopausa, per fare si che il ciclo mestruale cessi di manifestarsi senza che avvengano ripercussioni indicative sulla donna. Diversamente, è possibile anche consultare il proprio ginecologo per richiedere un parere a riguardo,e se lo si ritiene necessario, provvedere con una terapia a base ormonale per dare stabilità al ciclo mestruale e lasciare che la natura completi il suo corso nella maniera migliore possibile e senza controindicazioni indesiderate.