Calcolo del Ciclo Mestruale

Non tutte le donne presentano un ciclo regolare, e anche quelle che di norma possono vantare una regolarità maggiore,in alcune occasioni possono invece fronteggiare un’irregolarità. Questo tuttavia non significa che non sia possibile cercare di osservare e calcolare a proprio vantaggio la cadenza del proprio ciclo mestruale. Al contrario, imparare a eseguire il calcolo dei giorni e tenere sotto controllo le date che intercorrono tra una mestruazione e la successiva sono fondamentali per focalizzare la propria attenzione alla ricerca dei giorni più o meno fertili. In questo modo si potrà conoscere con un certo margine di successo quali sono i giorni in cui è più probabile rimanere incinta e quali invece presentano una percentuale inferiore.
Le fasi del ciclo mestruale si dividono essenzialmente in follicolare e luteale, ciascuna dalla durata di circa 14 giorni, per un totale complessivo di 28 giorni. Per quanto questa sia una misurazione suscettibili a variazioni, a seconda della singola donna, di norma il numero oscilla sempre tra i 26 e i 28 giorni e comprende quell’intervallo di tempo che intercorre tra la manifestazione del ciclo mestruale fino alla sua conclusione. Durante la fase follicolare, più precisamente nei due giorni successivi all’ovulazione si hanno le 48 ore in cui il picco di fertilità è più alto.

calendario ciclo mestruale
calendario ciclo mestruale

Come detto in precedenza, numeri e date si prepongono di fornire una linea indicativa da seguire, ma in molti casi vi è una sottile differenza tra le tempistiche legate al ciclo mestruale, a seconda del singolo caso. Rivolgendo l’attenzione alla durata vera e propria della manifestazione delle mestruazioni ad ogni modo, per fare una media solitamente si parla di valore mediamente stimato intorno sei giorni, ma non è raro che in alcuni casi possa durare anche per meno tempo, persino la metà del tempo.

Considerando questi elementi è quindi chiaro che per la misurazione del proprio ciclo mestruale è sufficiente aggiungere il periodo di 28 giorni dalla data del primo segno di mestruazioni, per poi ottenere la data indicativa in cui il ciclo dovrebbe mostrarsi nuovamente. Nel caso si desiderasse possedere degli strumenti che misurino le tempistiche legate al proprio ciclo mestruale con più praticità sono presenti alcune applicazioni per smartphone che calcolano velocemente il tempo da considerare, altrimenti si può ripiegare su pagine web appositamente studiate che eseguono il calcolo in maniera ugualmente efficace.