Il ciclo mestruale

La prima mestruazione

La prima mestruazione è uno dei momenti più importanti di una giovane donna che inizia a crescere. Possono arrivare in diversi momenti, ma nella media delle donne, il ciclo arriva in un’età compresa tra i 10 e i 15 anni, anche se possono arrivare anche prima o dopo. Qualora una ragazza a 15 anni non avesse ancora il ciclo, è opportuno consultare il medico di fiducia.
I primi due anni del ciclo sono caratterizzati da una cadenza irregolare, di assestamento, che può comportare non solo ritardi o anticipi, ma anche salti di alcuni mesi. In questa fase ben due ragazze su tre hanno un ciclo irregolare.
La prima mestruazione, anche detta menarca, segna l’inizio del periodo fertile della ragazza. Dà inizio alla fase della pubertà. Questo termine deriva dal greco, ed è composto da menòs e archè, che significano rispettivamente “mese” ed “inizio”. Al menarca generalmente si accompagna un cambiamento fisico, tra cui crescita in altezza e sviluppo del seno, e psichico, con cambiamenti umorali e relazionali.


Quando il menarca avviene prima degli 8 anni si parla di menarca precoce. In alcune ragazze, circa nell’1 per cento della popolazione femminile, il primo ciclo avviene tra gli 8 e i 12 anni: in tal caso non si può parlare ancora di menarca precoce. La comparsa del primo ciclo non ha influenze negative sullo sviluppo in altezza della donna.

Il ciclo mestruale

Il ciclo mestruale, anche detto ciclo ovarico, sta ad indicare il periodo che intercorre tra una mestruazione e la mestruazione successiva, nel periodo che va dalla fase della pubertà a quella della menopausa, che arriva tra i 45 e i 55 anni.

Le fasi del ciclo mestruale

Il ciclo mestruale è composto di varie fasi:

1) Fase mestruale (anche detta Stadio Basale).
Avviene dal primo al quinto giorno del ciclo. In questa fase avviene lo sfaldamento dell’endometrio, a causa della necrosi (ovvero della morte cellulare) e lascia esposte vene ed arterie. L’endometrio è una mucosa situata sulla cavità dell’utero, che aderisce direttamente al tessuto muscolare. Per questo  sfaldamento avviene la perdita di sangue, circa 40 ml, oltre a residui dell’endometrio. E’ la fase in cui la donna ha il flusso. Contemporaneamente iniziano a maturare i follicoli.


2) Fase proliferativa.
Avviene dal sesto al quattordicesimo giorno del ciclo. In questa fase uno dei  follicoli matura, mentre gli altri sono soggetti ad involuzione. Nell’utero si ricostruisce l’endometrio sotto l’azione degli estrogeni e si crea un ambiente favorevole per gli spermatozoi.

3) Ovulazione.
Avviene mediamente al quattordicesimo giorno. L’endometrio raggiunge il massimo dell’ispessimento. Il follicolo si rompe e viene espulso l’uovo.

4) Fase premestruale.
Se l’ovulo non è stato fecondato, l’endometrio inizia a sfaldarsi.

Sindrome premestruale

Prima del ciclo, circa l’80 per cento delle donne accusa alcune variazioni psicologiche e altri sintomi sgradevoli, chiamata sindrome premestruale (PMS, ovvero Pre Mestrual Sindrome). Tra i numerosi sintomi della PMS il più comune è il dolore al seno, cui consegue anche un ingrossamento del seno stesso, che talvolta è accompagnato dalla formazione di alcune masse che possono essere avvertite dalla donna. Il dolore al seno in alcune donne è acuito durante alcune attività fisiche come il jogging, durante l’attività sessuale, o addirittura durante un abbraccio con un’altra persona o col partner.

Durante la sindrome premestruale alcune donne hanno alcune ripercussioni nella vita sociale, provano la voglia di restare isolate, rendono meno a lavoro, e nei casi più gravi arrivano addirittura a compiere atti criminali o finanche il suicidio.
Tra le cause della PMS abbiamo quella ormonale, la deficienza di Vitamina B6 e il deficit di prostaglandine. Secondo alcuni ricercatori ci sarebbe anche una causa di natura ereditaria e genetica di questo problema.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>